Discover this podcast and so much more

Podcasts are free to enjoy without a subscription . We also offer ebooks, audiobooks, and so much more for just $11.99/month.

Il design giapponese | Lezione N°19 | Storia del design

Il design giapponese | Lezione N°19 | Storia del design

FromStefano Pasotti | Design del prodotto industriale | educational design


Il design giapponese | Lezione N°19 | Storia del design

FromStefano Pasotti | Design del prodotto industriale | educational design

ratings:
Length:
7 minutes
Released:
Apr 21, 2021
Format:
Podcast episode

Description


I Giapponesi per posizione geografica e capacità estetiche hanno avuto in poco tempo la capacità di assimilare le culture esterne al proprio paese per migliorarsi, e fondere il design esterno, con la tradizione interna.
Ad esempio nel quarto secolo i cinesi vennero a contatto con la cultura cinese, ed il buddismo, assimilandone gli usi ed i costumi.
Verso il 1860 grazie al giovanissimo imperatore Mutsuhito che governò fino al 1912, iniziò un processo di apertura a favore degli stati uniti e dell’Europa. Nel 1869 la capitale Kioto venne trasferita ad Edo che cambiò nome in Tokyo. Qui vennero avviate importanti legislazioni a favore dell’industria.
Il Giappone si avvicinò così alla modernizzazione: nel 1869 venne attivata la prima linea telegrafica, e nel 1872 la prima linea ferroviaria.
Dal 1860 il Giappone iniziò a partecipare alle esposizioni universali in occidente.
La conoscenza della cultura occidentale, influenzò moltissimo il design Giapponese, soprattutto per movimenti come i movimenti tedesco-austriaci tra i quali, il Bauhaus.
Due degli architetti che contribuirono maggiormente allo sviluppo del design in Giappone furono Bruno Taut e Charlotte Perriand. Introdussero il concetto della progettazione di beni di consumo, insistendo sulla qualità del progetto e sullo stile da ricreare ispirandosi alla cultura interna.
Venne creata una scuola di design nel 1928 sostenendo la creazione di prodotti, atti all’esportazione del paese per mostrare la cultura Giapponese nel mondo.
Nel 1947 Nissan e Toyota iniziarono a vendere i primi veicoli, prima nel proprio paese, e poi nel resto del mondo.
Durante gli anni 50 le aziende iniziarono a comprare spudoratamente i progetti realizzati sia in America che nel vecchio continente: gli imprenditori si approvarono molto tardi al mondo del design, prima veniva ideato tutto dagli ingegneri, in aziende come Sony che copiavano marchi europei, e Canon che imitava spudoratamente il design dell’azienda tedesca Leica.
Negli anni 60 le aziende aprirono dei centri interni di design, ed iniziarono a nascere i primi progetti nati dalla collaborazione tra i designer e gli ingegneri. Vennero creati prodotti a transistor che aiutarono la miniaturizzazione degli oggetti.
Con lo sviluppo tecnologico il design giapponese iniziò ad imporsi su mercati considerati di nicchia, come nel caso americano della seconda televisione di piccole dimensioni. Lo stato americano aveva aperto al mercato giapponese per l’importazione di questi piccoli televisori.
In questo modo Sony fece conoscere il proprio marchio negli U.S.A.
Un oggetto che segno il mondo del design mondiale e non solo fu il Walckman Sony del 1979 nato dall’evoluzione dei registratori, che poteva essere messo in tasca ed ascoltato con le cuffie. Ebbe un incredibile successo tra i giovani di tutto il mondo.
In meno di un secolo nacquero aziende come la Panasonic, Sony, Sharp, Honda, Toyota, Kawasaki e Yamaha.
Durante gli anni 80 il Giappone diede un vero e proprio scossone al mercato mondiale della progettazione, e produzione. Introdussero il Lean Production ed il Total Quality Production in opposizione al rigido sistema Fordista. Un prodotto Giapponese era sinonimo di affidabilità e durata nel tempo. Questo costrinse le aziende europee ed americane a correre ai ripari.
Sempre in quel periodo arrivò sul mercato il settore dei Videogiochi capitanati dalla Sega e dalla Nintendo, basate sulle console fisse e successivamente da quelle portatili come il Game Gear ed il Game Boy.



---

Support this podcast: https://anchor.fm/stefano-pasotti/support
Released:
Apr 21, 2021
Format:
Podcast episode

Titles in the series (67)

Become a Paid Subscriber: https://anchor.fm/stefano-pasotti/subscribe Ciao il mio nome è Stefano Pasotti e faccio il designer. Mi occupo di raccontare il mondo del design a 360 gradi, passando dai designer del passato alle aziende che hanno segnato la storia. Ma non solo. Vi accompagnerò in un viaggio per mostrarvi dall'inizio ad oggi come si è sviluppato il mondo del design. Buon ascolto Support this podcast: https://anchor.fm/stefano-pasotti/support