Discover this podcast and so much more

Podcasts are free to enjoy without a subscription . We also offer ebooks, audiobooks, and so much more for just $11.99/month.

DopoGP bilancio di metà stagione: dalla Stiria può cambiare tutto

DopoGP bilancio di metà stagione: dalla Stiria può cambiare tutto

FromDopoGP MotoGP - Moto.it


DopoGP bilancio di metà stagione: dalla Stiria può cambiare tutto

FromDopoGP MotoGP - Moto.it

ratings:
Length:
50 minutes
Released:
Jul 12, 2021
Format:
Podcast episode

Description

La pausa estiva è troppo lunga, ma consolatevi: torna il live con il magico trio. Nico, Zam e Bernardelle tirano la riga dopo nove GP disputati, Quartararo e la Yamaha in vetta. Analizzeremo il piano sportivo, e naturalmente quello tecnico con il prezioso supporto dell’Ing.Due piloti francesi davanti a tutti, una Yamaha inseguita dalle Ducati. Se un dominatore nelle prima parte della stagione c’è stato (e proviamo a capire perché) la seconda parte può riservare delle sorprese: si ripartirà dall’Austria, storicamente tra i terreni di caccia preferiti per le rosse di Borgo Panigale. E due piloti forti come Pecco Bagnaia e Johann Zarco, che ancora non hanno vinto, potrebbero trovare l’occasione per sbloccarsi. Che piste ci attendono, che risultati si possono ipotizzare.Questa sera ci sarà l’aggiornamento sulla situazione del mercato 2022, con particolare riguardo a Vinales, all’Aprilia e al ruolo di Dovizioso. Quali sono le moto pretendenti al titolo 2021? Yamaha e Ducati su tutte, ma non si possono tagliare fuori a priori Suzuki e KTM, e Bernardelle promette una analisi tecnica per definire la favorita. Poi l’analisi sulla condizione della Honda in difficoltà tecnica e di Marquez in netta crescita e l’Aprilia che sta facendo di tutto per arrivare tra le grandi della MotoGP.
Released:
Jul 12, 2021
Format:
Podcast episode

Titles in the series (100)

Ascolta l'analisi tecnica, i dietro le quinte e tutto quello che è successo in ogni Gran Premio della MotoGP, in compagnia di Nico Cereghini, Giovanni Zamagni e dell'Ing. Giulio Bernardelle