Freedom - Oltre il confine

NERO COME UN SANTO

UN di capelli bruni coperti da viso candido e luminoso come la veste, incorniciato un manto, solitamente azzurro… È questa l’immagine più classica del volto di Maria, madre di Gesù, così come è stato raffigurato per secoli nell’arte. Eppure, non sono poche le cosiddette “madonne nere”, oggetto di culto in tutto il mondo. In Italia ricordiamo la Madonna di Loreto o Vergine Lauretana, venerata da papa Giovanni XXIII; quella del Santuario di Tindari, nel Messinese; quella di Oropa, nel Biellese; quella del Sacro Monte di Viggiano, in Basilicata.

Una delle più note in Europa si trova a Jasna Góra, ed è la patrona della Polonia: è la Madonna di Czestochowa, cui era particolarmente devoto Giovanni Paolo II.

Le cause del volto scuro possono essere diverse: un legno annerito dal fumo di troppe candele, oppure dall’ossidazione dei colori originari o della foglia d’argento che lo ricopriva. Figure sacre, scolpite in legni esotici di tonalità scure, o invecchiate dal tempo, arrivarono dall’Oriente a seguito delle Crociate, mentre alcuni ordini cavallereschi o religiosi, come carmelitani e francescani, molto attivi in Terra Santa e Siria, ne diffusero il culto anche in Occidente. Ma poteva trattarsi anche di icone “nate” scure… I cavalieri Templari, ad esempio, erano devoti a Bernardo di Chiaravalle, ispiratore, in cui la sposa “nera ma bella” («» - Ct 1, 5) era considerata una delle figure che, nell’Antico Testamento, avrebbe prefigurato la Vergine.

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Freedom - Oltre il confine

Freedom - Oltre il confine1 min read
Co2 In Aumento Più Velocemente Degli Ultimi 50.000 Anni
Bruttenotizie sul fronte della CO2: dall’analisi delle minuscole bolle d’aria intrappolate nel corso di centinaia di migliaia di anni nei ghiacci antartici, gli scienziati dell’Università Statale dell’Oregon, USA, hanno scoperto che attualmente l’ani
Freedom - Oltre il confine1 min read
In Nord Africa I Nostri Antenati Erano Vegetariani
Secondo uno studio del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology, le tribù che vivevano nella tarda Età della Pietra in quello che oggi è il Marocco, seguivano una dieta prevalentemente vegetale anche se l’agricoltura, in quella regione, si
Freedom - Oltre il confine1 min read
Riportato In Vita Senza Danni Il Tessuto Cerebrale Umano
Grazie a una nuova tecnica di crioconservazione messa a punto dagli scienziati cinesi della Fudan University di Shanghai, piccole parti di tessuto cerebrale umano, i cosiddetti organoidi delle dimensioni di appena 4 millimetri, sono state congelate e

Related Books & Audiobooks