Quattroruote

TRENTA ALL'ORA E PEDALARE

e città italiane vogliono che si vada a 30 km/h. Dappertutto, non soltanto nella viabilità secondaria e di quartiere: quella in cui ha senso imporre un tale limite, anche se spesso diventa inutile, perché è la conformazione stessa della strada a dettare un'andatura molto ridotta. Una cattiva interpretazione del concetto di sicurezza, che individua esclusivamente nella velocità la causa dei pericoli (oltre che nell'automobile la ragione unica di tutti i mali delle nostre aree metropolitane), sta inducendo un numero crescente di amministrazioni locali - le prime sono state Bologna e Torino - ad adottare questa politica. Sbandierando

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Quattroruote

Quattroruote1 min read
La Forza Del Vecchio Continente
Le reazioni degli europei alle politiche protezionistiche statunitensi trovano giustificazioni nei numeri dell'interscambio commerciale tra le due sponde dell'Atlantico. I dati forniti da Eurostat mostrano quanto forti siano le esportazioni automobil
Quattroruote2 min read
Rivoluzione Mancata
Era grande l'attesa per la cosiddetta Europa del '93. Sette anni prima, a Bruxelles, si era deciso di cambiare marcia e di creare una vera unione continentale: niente più frontiere e dogane, massima libertà di circolazione di persone e merci, fiscali
Quattroruote2 min read
Ma Senza I Monopattini
Quasi 14 milioni di euro già disponibili per la sostituzione della segnaletica, la solita profusione d'interventi fisici per la moderazione della velocità, la decimazione della sosta a bordo marciapiede e l'installazione di un numero significativo di