Lonely Planet Magazine Italia

Quarantott’ore a Perugia

@lucianasquadrilli

sindacale per visitare Perugia. Vero scrigno di gioielli per gli amanti dell’arte grazie a palazzi e monumenti che ne abbelliscono le vie del centro storico, la città è resa vivace dalla presenza di numerosi studenti universitari che arrivano qui da ogni parte del mondo e da importanti eventi musicali e culturali come l’appuntamento estivo di Umbria Jazz – che celebra nel 2023 la cinquantesima edizione, mentre la tappa invernale è in programma a Orvieto a dicembre – e il Festival Internazionale del Giornalismo che si svolge in aprile. Ma il capoluogo umbro – base di partenza ideale per esplorare le colline ricoperte di olivi e vigne e i tanti borghi vicini – è anche un paradiso per i buongustai, ricca di indirizzi in grado di soddisfare diversi gusti e tasche. Eccocon i suoi impeccabili cappuccini, mentre lungo corso Vannucci trovate l’elegante dove assaggiare deliziosi pasticcini e lievitati. Per un pranzo con i sapori della tradizione, tra piatti tipici come la torta al testo o le tagliatelle al ragù bianco di Chianina, l’indirizzo ideale è la centralissima che è anche rivendita di vini, oli e altri prodotti regionali. Molto valida anche la proposta di , trattoria dall’ambiente piacevolmente classico e dalla proposta solidamente tradizionale, a cominciare dalla carpa regina in porchetta che unisce la cucina di terra e di lago. Al pomeriggio non ci si può sottrarre al rito della cioccolata calda accompagnata dalla strepitosa panna dell’, famosa pure per i deliziosi maritozzi farciti dalla dolce nuvola bianca. Tornando in città, vale la pena fare una passeggiata al tramonto lungo via dell’Acquedotto, che un tempo convogliava l’acqua alla Fontana Maggiore e oggi collega il centro storico con il borgo di Porta Sant’Angelo attraverso un suggestivo percorso pensile delimitato da case e giardini nascosti. Tornati in centro lungo corso Cavour si raggiunge il, a due passi da piazza IV Novembre, per un buon calice dalla fornitissima cantina (ma è una valida alternativa anche per la prima colazione). Altro indirizzo da non perdere per l’aperitivo a base di vini di ricerca e deliziosi bocconi – polpette fritte, crostoni e focacce farcite – è, winebar ed enoteca lungo il Borgo XX giugno che ospita anche degustazioni ed eventi culturali. Per una cena gourmet, in centro c’è la “cucina contemporanea umbra” di – in menu piatti come i tortelli di formaggio di vacca, topinambur, salsa di rucola e rosa canina o la faraona alle ostriche con coscia confit, pelle fritta all’origano, erbe spontanee e salicornia – mentre se volete allontanarvi vale la pena raggiungere l’unico ristorante stellato cittadino, , che propone due menu degustazione e piatti estrosi come il risotto con sedano, burro affumicato, rafano e levistico e l’animella grigliata con spuma di mandorle, peperoni e ravanelli. Mentre a due passi dalla stazione di Ponte San Giovanni, è un locale moderno e decisamente non pretenzioso che propone “cucina popolare” a prezzi più che accessibili: si sceglie tra le proposte della “niccheria” (panini, supplì e crostini come quello con tartare, nduja e cime di rapa) e i piatti del giorno sulla lavagna come la zucca arrosto con caprino e cipolla rossa o il coniglio al tegame.

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Lonely Planet Magazine Italia

Lonely Planet Magazine Italia1 min read
16. Glacier National Park
Le cime cesellate, i ghiacciai scricchiolanti e gli incontaminati laghi ghiacciati del Glacier National Park, al confine con la British Columbia, incarnano magnificamente l’essenza della natura selvaggia americana. Non sorprende che la maggior parte
Lonely Planet Magazine Italia1 min read
Lonely Planet Magazine Italia
REDAZIONE Direttore Responsabile Francesco MoriniFood Editor Luciana SquadrilliGraphic Design okkiografica.it EDITORE We Inform srl Sede legale via Cornelio Celso 9 - 00161 Roma CONTATTI Redazione viale Regina Margherita 290 - 00198 Romalpm
Lonely Planet Magazine Italia4 min read
È Già Tempo Di Ripartire
General Manager Lonely Planet Trascorrerò l’estate a casa. Vivo nel bellissimo Lake District National Park, nel Regno Unito, e preferisco viaggiare quando da queste parti fa notte presto e piove spesso. Proprio in questi giorni sto programmando un v

Related