Food&Wine Italia

Il tacchino dell’abbondanza

OGNI ANNO trascorro le settimane che precedono l’uscita del numero invernale di Food&Wine cercando di ideare diligentemente una nuova, fantastica ricetta per il tacchino delle feste. Per dirla tutta, però, finisco sempre col rielaborarne una semplicissima ma molto affidabile, che uso da anni. E non ci trovo proprio niente di male. Dopotutto, anche i contorni possono diventare le grandi star dei pranzi di questo periodo. Ciò non significa che l’arrosto intero sia meno prestigioso. La mia strategia, questa volta, è di cucinarlo in maniera semplice e far sì che, anche nei giorni a venire, sia la base per realizzare altri piatti versatili. E no, non mi riferisco alle solite strategie di riciclo degli avanzi, che più o meno tutti conosciamo. Dite pure addio alle insalate e ai panini a base di tacchino degli scorsi anni e apritevi a preparazioni meno scontate, come il Curry verde di tacchino in stile thai e i Fagioli corona stufati con Parmigiano Reggiano e tacchino. Qui di seguito troverete delle ricette deliziose che dimostrano come, con un po’ di fantasia, il volatile più amato delle feste possa diventare una vera gallina dalle uova d’oro. —JUSTIN CHAPPLE

Tacchino in teglia con zucchero di canna e coriandolo

PREPARAZIONE: 30 MINUTI
TEMPO TOTALE: 3 ORE E 45 MINUTI, PIÙ 24 ORE IN FRIGORIFERO
DOSI PER: 10-12 PERSONE

Un tacchino così non l’avete mai assaggiato: i suoi assi nella manica sono la marinatura a secco e la cottura in teglia aperto a farfalla. La prima rende la carne molto saporita e allo stesso tempo fa sì che la pelle si asciughi un po’ in frigorifero, per poi diventare ancora più croccante in cottura. Infornandolo aperto, poi, il tacchino si può cuocere a una temperatura più alta, risparmiando tempo e contribuendo a ottenere la pelle più crunchy che abbiate mai visto.

120 g3 cucchiai di sale in fiocchi2 rametti di timo fresco2 cucchiai di semi di coriandolo macinati1 cucchiaio di grani di pepe nero, schiacciati2 cucchiaini di buccia di limone grattugiata1 tacchino intero da allevamento biologico (di circa 6 kg), asciugato, privato della colonna vertebrale e aperto a farfalla (vedi Note)2 cucchiai di olio extravergine di oliva

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Food&Wine Italia

Food&Wine Italia13 min read
Going Dutch
MENTRE PROCEDEVO CON I PREPARATIVI per il mio matrimonio, lo scorso anno, ho chiesto ad alcuni amici che si erano sposati da poco quali fossero gli oggetti essenziali da inserire nella lista di nozze. Le loro raccomandazioni sono state le più varie,
Food&Wine Italia2 min read
Editoriale
STAVOLTA ABBIAMO PRESO UN GRANCHIO. No, non è il granchio blu (di quello parlammo già in tempi non sospetti). Ma uno decisamente più carnoso e dolce: il Dungeness, pescato in quella Frisco Bay della più celebre canzone di Otis Redding (a proposito: a
Food&Wine Italia14 min read
Via Libera Alle Spezie
Non parlo del cremor tartaro – lui non c’entra nulla. Tantomeno della misteriosa miscela di spezie che è lì da sempre e che ormai è probabilmente diventata solo polvere, ma che non potete buttare perché l’ha fatta vostro zio ed è l’unica cosa che usa

Related