Freedom - Oltre il confine

STUDIATA LA MUMMIA DI UN NOBILE MORTO 500 ANNI FA

i chiamava Giovanni d’Avalos ed era un nobile italiano morto nel 1586 all’età di 48 anni, i cui resti. Per i ricercatori, aver isolato un batterio così antico è molto importante per capire lo sviluppo che l’ ha avuto nel corso dei secoli e quanto può essere pericoloso per l’uomo. Si tratta di un batterio comune, presente nell’intestino sia di persone sia di animali e che diventa pericoloso solo in caso di stress o malattie. Anche per questo si ritiene che la sua presenza nel corpo mummificato di Giovanni d’Avalos non ne abbia causato la morte, dovuta piuttosto a un calo delle difese immunitarie. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista .

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Freedom - Oltre il confine

Freedom - Oltre il confine1 min read
I Capodogli Parlano Tra Loro In Dialetto
Con una lunghezza che può arrivare fino a quasi 20 metri, il capodoglio è il più grande predatore del mondo, in grado di nuotare in apnea per due ore spingendosi fino a oltre 2200 metri di profondità. Un nuovo studio della Dalhousie University di Hal
Freedom - Oltre il confine1 min read
Freedom Fan Club
È capitato tante volte di trovarci faccia a faccia con un animale: una salamandra, tanti pipistrelli, ragni, diversi volatili, cani, gatti e anche squali. Entrare nei posti rispettando chi li abita è anche questo, più che un piccolo rischio possiamo
Freedom - Oltre il confine1 min read
Scoperto Meccanismo Comune A Tutti Gli Animali
Si tratterebbe del principio che regola le più importanti connessioni tra i neuroni, una sorta di vero e proprio chip che consente di pensare, apprendere, comunicare e muoversi. Lo hanno reso noto i ricercatori dell’Università della Città di New York

Related