Fortune Italia

Il nuovo ordine mondiale del petrolio

Per un’azienda internazionale che lavora con minatori e contadini, assistere alle manifestazioni della sofferenza umana e persino alle conseguenze della guerra fa troppo spesso parte del lavoro.

Tuttavia, nulla poteva preparare il Ceo di Yara International, Svein Tore Holsether, a ciò a cui ha assistito dal 26 febbraio. Yara, gigante norvegese dei fertilizzanti con 117 anni di attività, opera in più di 60 Paesi. Per decenni, è stato ampiamente presente sia in Ucraina, importante esportatore di grano, sia in Russia, fornitore chiave della potassa e del fosfato necessari nella produzione dei suoi fertilizzanti. Il terzo giorno dell’invasione, un missile russo è esploso nel quartier generale di Yara Ukraine a Kiev. Nessun dipendente è rimasto ferito durante l’attacco aereo, ma Holsether era ancora molto scosso giorni dopo. La guerra, ha detto, “diventa decisamente vicina dopo aver visto un grande buco nell’edificio con l’insegna Yara sopra. È spaventoso”. Come le aziende di un’ampia gamma di settori, Yara ha risentito dell’impatto dell’invasione anche in un altro modo: l’aumento dei prezzi dell’energia. Quando i missili russi hanno raso al

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Fortune Italia

Fortune Italia3 min readWorld
Ucraina. Israele. Taiwan?
DAL PUNTO DI VISTA geopolitico, oggi ci sono poche zone più calde al mondo di Taiwan. Quando a novembre scorso decine di esperti politici si sono riuniti in occasione del Taipei Security Dialogue, l’urgenza è stata una sola: come prevenire un attacco
Fortune Italia4 min read
La Fine Del Pezzotto È Più Vicina
PROMETTE DI OSCURARE entro 30 minuti dalla segnalazione i siti che trasmettono illegalmente le partite in streaming. Piracy Shield, la piattaforma nazionale anti-pezzotto donata dalla Lega Serie A all’Agcom, è pronta a scendere in campo contro un fen
Fortune Italia3 min readGender Studies
Sport E Inclusività Contro L’omotransfobia
LO SPORT, con la sua capacità di unire le persone, dovrebbe essere un terreno di gioco equo per tutte e tutti, promuovendo valori come la competizione leale e il rispetto per l’avversario. Tuttavia, l’omofobia e la discriminazione basata sull’orienta