Food&Wine Italia

STORIE DI SALA / F&W ITALIA AWARDS

SE inscindibile, la cantina non fa certo da terzo incomodo. Anzi: legata a filo diretto con la seconda – perché per poter costruire una carta dei vini che non sia solo di vetrina e proporre abbinamenti con ogni piatto, o viceversa bottiglie in grado di accompagnare l’intero pasto, bisogna conoscere approfonditamente la costruzione del menù –, è parte integrante della prima: il sommelier oggi non si limita più a controllare che il vino scelto non sappia di tappo ma, oltre a consigliare e guidare, affianca il maître nel costruire un’esperienza quanto più possibile sartoriale attorno all’ospite. E anche in questo caso

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from Food&Wine Italia

Food&Wine Italia14 min read
Via Libera Alle Spezie
Non parlo del cremor tartaro – lui non c’entra nulla. Tantomeno della misteriosa miscela di spezie che è lì da sempre e che ormai è probabilmente diventata solo polvere, ma che non potete buttare perché l’ha fatta vostro zio ed è l’unica cosa che usa
Food&Wine Italia13 min read
Going Dutch
MENTRE PROCEDEVO CON I PREPARATIVI per il mio matrimonio, lo scorso anno, ho chiesto ad alcuni amici che si erano sposati da poco quali fossero gli oggetti essenziali da inserire nella lista di nozze. Le loro raccomandazioni sono state le più varie,
Food&Wine Italia2 min read
Editoriale
STAVOLTA ABBIAMO PRESO UN GRANCHIO. No, non è il granchio blu (di quello parlammo già in tempi non sospetti). Ma uno decisamente più carnoso e dolce: il Dungeness, pescato in quella Frisco Bay della più celebre canzone di Otis Redding (a proposito: a