MAXIM ITALIA

La NUOVA materia

Forse sarebbe bastato il cognome a darle fama. Suo papà Corrado, imprenditore e ingegnere, da presidente del Napoli fece impazzire di gioia una città negli anni Ottanta, quando acquistò Maradona e portò la squadra al vertice del campionato, restando comunque nel cuore dei suoi tifosi. Oggi, invece, Francesca Ferlaino, scienziata già illustre, premiata ovunque e poco più che quarantenne, brilla di luce propria come una star della meccanica quantistica, ricercatrice a capo della sua équipe dell’Università di Innsbruck. La sua fama si è ulteriormente dilatata con il recente esperimento, di prospettiva rivoluzionaria, su un nuovo stato (supersolido) della materia. Che ci spiega, cercando di semplificare, in questa intervista dove racconta anche i motivi della sua scelta e il legame speciale con la sua famiglia.

Francesca: in questi giorni si è parlato molto del suo lavoro con l'équipe scientifica da lei guidata all'università di Innsbruck attorno ad un nuovo status della materia: vuole spiegarcelo?

So che sembra molto strano parlare di nuovo, o nuovi, stati della materia; proverò ad essere il più possibile chiara ed elementare. Nel mondo intorno a noi, siamo abituati a pensare che tutto possa,

You’re reading a preview, subscribe to read more.

More from MAXIM ITALIA

MAXIM ITALIA2 min read
Let’s Play
Curano ogni minimo particolare, dal trucco al vestito, ogni dettaglio ha il suo significato per un cosplayer. I meno esperti si chiederanno cos’è un cosplayer? Partiamo subito dalla descrizione della parola: cosplay è un termine che unisce le parole
MAXIM ITALIA2 min read
HOWTAN Save me
Una grande parete-schermo allestita con 14 sculture, 14 teste che raffigurano Cristo come non te lo aspetti, colorato e con i piercing. Una visione che riesce a trasportare l’osservatore in un dialogo personale con la propria visione del Cristo, fino
MAXIM ITALIA6 min read
Le Forme Di Venere
Madalina Diana Ghenea. Cinema, danza, televisione, fashion. Il colpo di fulmine con Paolo Sorrentino in Youth: una specie di apparizione, incorporea nonostante le evidenze, in quella piscina che stava tra il Cocoon di Ron Howard e La montagna incanta